sfoglia la gallery

ridurre le dimensioni di un seno

troppo grande e rilassato

Il seno è un elemento molto importante per la bellezza della donna, alcune società ritengono esteticamente gradevole dimensioni mammarie importanti che nella nostra cultura sarebbero eccessive. Oltre a essere un difetto estetico, la mastoplastica riduttiva consente di eliminare i disturbi collegati all’eccessivo volume del seno, quali dolore alla regione della schiena, alla regione cervicale, lombare e alla regione mammaria, cefalee e problemi di respirazione.

La presenza di un seno molto grande e cadente può dipendere da fattori generici.

L’intervento di mastoplastica o di riduzione del volume del seno consente di ridurre le dimensioni e di correggere la forma di mammelle eccessivamente sviluppate e cadenti mediante l’asportazione di eccesso di pelle, di tessuto adiposo e ghiandolare il riposizionamento di areola e capezzolo.

Nel primo consulto con il chirurgo vengono prese le misure del seno, in questa seduta verranno prescritti gli esami clinici preoperatori necessari. Verranno illustrate tutte le caratteristiche dell’intervento ed in particolare si dovrà approfondire le caratteristiche delle cicatrici.

Il postoperatorio può causare alcuni disagi della zona operata causati da gonfiori, edema ed dolenzia. Al momento delle dimissioni possono essere assunti degli antidolorifici prescritti nel foglio di dimissione. I bendaggi vengono rimossi dopo qualche giorno da l’intervento, e poi sostituiti da un reggiseno contenitivo. Il paziente dovrà evitare di fare sforzi pesanti e dopo circa un mese l’attività sportiva può essere ripresa.

L’effetto della mastoplastica riduttiva risulta apprezzabile dopo l’intervento ma il gonfiore non rende valutabile il risultato definitivo per almeno due mesi. Il risultato è permanente, col passare degli anni i normali processi di invecchiamento potranno comportare un’alterazione della forma delle mammelle operate che possono essere corrette con un intervento.