aspirazione degli accumuli localizzati di grasso

sottocutaneo tramite un ago cannula inserita nel sottocute

La liposuzione è la tecnica di chirurgia estetica ottimale per rimuovere le adiposità localizzate nel corpo. Questa tecnica consente di rendere il profilo corporeo più armonico e slanciato attraverso la riduzione di grasso resistenti all’azione dimagrante di dieta ed esercizio fisico. Il principio generale consiste nell’inserimento sottocute di una sottile cannula collegata ad un dispositivo di aspirazione, la quale frantuma i cuscinetti adiposi. Quando si attiva la suzione vengono aspirati e rimossi pezzettini di tessuto sottocutaneo contenenti adipociti, sangue, linfa, sostanza amorfa ed altre cellule. Oltre alla tecnica tradizionale, nel corso di molti anni sono state sviluppate diverse procedure per eseguire la liposuzione.

Il chirurgo estetico visita il paziente individuando gli accumuli adiposi interessati. Verifica il grado di elasticità della pelle in relazione alla modifica desiderata. Illustra le caratteristiche dell’intervento includendo rischi e complicanze possibili.

I migliori candidati per la liposuzione sono persone di peso relativamente normale che hanno eccesso adiposo in specifiche e circoscritte aree del corpo. La presenza di pelle soda ed elastica sarà fondamentale per il buon risultato dell’intervento.

La pelle con elasticità ridotta a causa di smagliature, perdita di peso, o invecchiamento naturale non asseconderà il rimodellamento corporeo o potrà quindi richiedere altre ed ulteriori tecniche chirurgiche per rimuovere il tessuto cutaneo in eccesso.

La liposuzione può essere eseguita su zone specifiche del corpo, come addome, cosce, ginocchia, braccia o glutei
Al termine della liposuzione, è normale che la parte appaia gonfia e dolorante per alcuni giorni, il recupero è abbastanza rapido e può variare in base a fattori quali il volume delle cellule adipose rimosse e l’area sottoposta a liposuzione. Il paziente può essere dimesso il giorno stesso o essere ricoverato per almeno una notte. Trascorrere qualche ora in osservazione clinica consente al personale medico di monitorare il recupero post-operatorio del paziente. I punti di sutura nei siti di incisione vengono rimossi dopo circa 10 giorni e possono rimanere delle minime cicatrici dove il medico ha inciso la pelle per inserire la cannula. Camminare, appena dopo l’intervento, può aiutare a prevenire la formazione di trombi nelle gambe. Dopo la liposuzione, possono comparire anche gonfiore e lividi, che possono richiedere tempo per attenuarsi fino a scomparire. Inoltre, potrebbe essere necessario indossare indumenti speciali di sostegno, che comprimano l’area interessata per ridurre il gonfiore e favorire il processo di rimodellamento e guarigione; la guaina di compressione dev’essere quindi elastica e consentire l’uso delle medicazioni.

Il risultato finale della liposuzione sarà evidente entro un paio di settimane, anche se occorrono alcuni mesi affinché il gonfiore scompaia rendendo visibili i miglioramenti estetici prodotti dall’intervento. A seconda della portata della liposuzione, potrebbe essere necessario attendere alcuni giorni prima di tornare al lavoro e fino ad un paio di settimane prima di riprendere le normali attività, compreso l’esercizio fisico. In alcuni casi, il paziente può tornare a lavorare entro 24-72 ore dopo la procedura. I risultati della liposuzione sono generalmente di lunga durata, purché si riesca a mantenere il peso corporeo stabile nel tempo; in ogni caso, è importante capire che la liposuzione non impedirà in alcun modo di aumentare di peso. Per mantenere la nuova forma ottenuta con la liposuzione, è quindi necessario seguire una dieta equilibrata, associata a regolare esercizio fisico.

sfoglia la gallery